E’ ‘nu criaturo.

 

“Peppì , ccà è già  passata mezanotte

e ‘o Bammeniello ancora nun se vede

‘e zampugnare se so’ llamentate

e ‘a ggente sta durmenno annanze ‘a ‘rotta.

 

‘E tre Rre Magge se songhe sfasteriate

dicene ca s’hanna retirà

pure ‘a cumeta sta piglianno ‘a ‘nziria

e già ‘nu paro ‘e vote s’è stutata.”

 

All’intrasatta sponta ‘na manella

tene a Giesù Bammino ‘ncopp’ê ddete

se ‘nfizza chianu chiano ‘int’ â capanna

e l’ appoja doce dint’ â cunnulella.

 

“ E ffinarmente se so’ arricurdate!

chist’anno m’hanno fatto spantecà

a n’atu ppoco se faceva juorno

e tu, nun dice niente ca sì ‘o pate?”

 

“Marì, nun t’arraggià, è ‘nu criaturo

sicuramente se sarrà addurmuto!”

 

 

Gianna Caiazzo

21 novembre 2mila9

E’ ‘nu criaturo.ultima modifica: 2010-01-14T11:34:00+00:00da dilloallautrice
Reposta per primo quest’articolo